mercoledì 8 marzo 2017

Nessuna pietà




Non so più scrivere.

E’ come se la fantasia fosse sparita o, meglio, ingabbiata.

Sento sbattere colpi fragorosi contro un guscio di gomma.

Parole urlate senza capirne il significato.

Ma non ho pietà per loro.

Mi guardo quella mano che stancamente aspetta per dar voce.

La paralizzo in un pugno.

Chiuso.

Serrato.

Ad attendere un bersaglio da colpire.

Così, senza dare spiegazioni.

“I took out my pen and pad and set to write my manifesto
it was a one line poem said don’t let nothing ever get you low”


Per aria Manifesto - Graveyard Lovers

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto