martedì 12 aprile 2016

Sono nato per amare la magia


“Sono nato per usare i miei occhi
Per sognare con il sole e con i cieli
Per galleggiare lontano in una canzone eterna
Nella foschia dove la melodia vola"

“Devo presentarti un mio amico”

Avete presente quelle frasi buttate così?

Tanto per.

“Si certo, quando vuoi”.

Un po’ per educazione, un po’ perché capita spesso sentirsi dire qualcosa che tanto poi viene dimenticata, rispondi affermativamente, con un pizzico di entusiasmo, che non guasta.

“Lui è un mio vecchio compagno di università, è bravissimo, il migliore, fa tante cose e le fa benissimo, per tutti noi, per tutto il nostro popolo”

Poi quella frase buttata là prende corpo. Delinea una fisionomia, la colora.

Ti lascia per un istante senza parole.

In attesa.

Non sai se continuerà a parlarne o se finalmente quel caffè ricco di aromi prenderà la strada della tazzina a chiudere un discorso senza coda.

In fondo dopo tanto tempo, finalmente, ci si incontra e di qualcosa bisognerà pur cominciare a parlare.

L’attesa mia e attesa stessa anche per lei.

Ma non di una mia risposta.

Mi guarda.

Finalmente mi versa il caffè.

Mi sorride.

E’ quasi sul punto di riaprire le sue labbra per dire qualcosa.

Ma suona il citofono.

“E’ lui!”

“Lui chi?”

“Il mio grande amico no?”

Sgattaiola verso il citofono.

Me lo aveva presentato perché stava venendo.

Perché aveva voglia di farmelo conoscere.

Non era una frase buttata là.

Sono emozionato, curioso, stupito.

Poco abituato a una parola data e immediatamente resa viva.

E’ così che ho conosciuto Munter.

E’ così che un mondo intero stava entrando nel mio cuore.

E’ così che una persona che conoscevo per lunghe chiacchierate in chat mi stava regalando un incontro fatto apposta per lasciare uno strascico importante nella mia vita.

So già che sarà così.

Continuerò, forse, a parlarne.

Continuerò a raccontare.

Ma ora ho solo voglia di ringraziare.

Così.

Con quello che sembrerebbe il prologo di un racconto.

Con quello che sicuramente è stato il prologo a una giornata che ha riempito ogni spazio del mio cuore.

Fate i bravi.

La magia viene fuori. Sempre. Se hai culo, si intende.


"Sono nato per amare la magia
Sono nato per navigare lontano
In una terra di eternità
Non per essere costretto in una tomba di vecchia pietra
Nella vostra terra del mai

Sono nato per amare la magia”

A Lubna

Per aria I Was made to love magic - Nick Drake

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto