martedì 21 ottobre 2014

Ti senti segnato

Avrei potuto tenere il freno.

Aspettare.

Controllare gli eventi.

Lasciarli fluire.

Avrei potuto mettermi in posizione di spettatore lasciando fuori me stesso da quanto stava accadendo.

Avrei potuto essere più comprensivo.

Sorridere.

Capire.

Fare le faccia da guascone e dare ragione a chiunque.

Assecondare.

Avrei persino potuto trarne vantaggio se solo avessi atteso.

Avrei dovuto snaturare me stesso.

No.

Non l’ho fatto.

Non ci sono riuscito.

Non ci ho neanche pensato.

Ho lasciato andare ogni singolo sentimento.

Quei sentimenti che là fuori catalogano come difettosi per il buon vivere.

Con se stessi, con chi ami, con chi incontri per strada, con chi ti viene a cercare.

Quei sentimenti che una volta espressi ti lasciano solo.

Additato prima.

Dimenticato poi.

Chissà come sarebbe stato adesso se fossi riuscito.

Ma soprattutto chissà se avrei vissuto quel lungo periodo in maniera meno penosa.

Meno ridicola forse.

Chissà che percezione ho dato di me.

Chissà che percezione avrei dato se invece di sbottare avessi represso ogni reazione.

Non lo sapremo mai.

E forse l’interesse per questa conoscenza non è neanche eccelso.

E poi, per fortuna, c’è il destino.

Sempre pronto a suggerirti che tanto non c’è scampo.

“Sarebbe finita comunque così”.

E allora per un po’ ti rilassi.

Guardi fuori.

Cerchi il punto più lontano verso l’orizzonte.

(Maledetti palazzi)

Capita anche che sorridi.

Che ci ripensi.

Capita che ti ritrovi persino a piangere.

E poi a ridere.

E capita che tanto alla fine ti arrendi all’evidenza.

Che ti senti segnato.

E capita che smetti di aspettare.

Perché tanto è inutile.

E fai di te l’essere più bello che c’è.

Fuori.

Lasciando per te stesso il putridume.

Dentro.

In fondo la felicità è una costruzione del pensiero.

Mica come il dolore.

Quello si che è vero.

Mica puoi scegliertelo.

“Il tempo passa e le cose cambiano ogni giorno
Le ferite, le ferite guariscono
Ma le cicatrici rimangono ugualmente”


  
Per aria Beautiful Pain – Eminem feat. Sia

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto