martedì 26 agosto 2014

La Terra è il pianeta più solitario di tutti

Lottare

e prendere atto

Arrendersi

e prendere atto

E nel mezzo le sfumature della lotta

La Terra è il pianeta più solitario di tutti

Bisogna arrivarci piano

E poi starci

Ammettere

Urlare magari

Tirare fuori la rabbia

Scagliarla addosso a chiunque

Riprenderla quando torna

Attaccare

Difendersi

Esasperarsi

Magari riposare un attimo

Gioire

Perché no?

Vivi con una debolezza che nessun altro conosce?

Per paura che si trasformi tutto in malinconia?

E allora a che serve tutto questo affanno?

La morte sta là.

A che serve sto continuo salvarsi la vita ogni giorno per campare un giorno di più?

E a che serve uccidere?

Per avere più aria?

Per dimostrare che puoi sostituirti a Dio?

Che manco esiste poi...

A che serve?

Si dico a te coglione

Sei nel posto sbagliato e hai la faccia sbagliata

A che cazzo serve tutta sta fatica a montare sulle teste altrui?

Sempre qua stai

E sempre devi soffrire

Affrettarsi a dare sofferenza a gente come te, che tu ritieni sia diversa da te, ma sempre come te è, ti lascia comunque qui

A chiederti che cazzo campo a fa?

Ma non è meglio che stai là buono buono?

Senza dormire preoccupato dal chi la fa la aspetti?

Ma non è meglio che resti anonimo?

Hai visto mai trovi il modo per abbandonarla sta terra maledetta per andare verso?

Ma tu lo sai che c’era un tipo che viveva in un abbaino?

Ma tu lo sai che cazzo è un abbaino?

Come?

Lo cerchi e mi dici la prossima volta?

Ma te lo ricordi tu l’ultima volta che mi hai detto la prossima volta?

Me so fatto vecchio a aspettatte.

Come?

Di cosa mi accusi?

Io?

Io?

Io?

Aspettavi me?

Aspettavo te.

Ma non c’è niente che qualcuno possa fare.



Per aria Earth is the Loneliest Planet - Morrissey

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto