giovedì 28 agosto 2014

Chi muore per un po'

Aria asciugami lacrime e conoscenza
Nella trasparenza vedo la mia origine
Madre accettami così come sono
Nel guadagno muore l'uomo con la verità

Si muore, sai?

Tante.

Tantissime volte.

Non una per tutte.

Si muore e si va via.

Per un po’.

Che non ha durata stabilita.

Sai...

Chi muore per un po’ non lo sa quando tornerà.

E non sa in quale punto riapparirà quando tornerà.

Certe volte si ferma un po’ di più di quanto sia necessario nel suo morire per un po’.

Ha paura di ritrovare la sua causa di morte così com’era.

Ha paura di essere morto per niente.

Certe volte si ferma un po’ di più di quanto sia necessario nel suo morire per un po’.

Ha bisogno di prendere la forza necessaria per non essere ucciso di nuovo dalla causa di morte.

Ha bisogno di elevarsi per non ritrovarsi ad essere morto per niente.

Sai...

Chi muore per un po’ quando sta di là si fa una miriade di pippe mentali.

E quando è completamente vuoto comincia il suo percorso di redenzione.

E di riavvicinamento.

E si toglie pian piano tutto il nero di dosso.

Sai...

Chi muore per un po’ è nero come la pece.

E nel suo annerire ha infilato tutto il suo dolore.

Però chi muore per un po’ quando tornerà sarà tutto bianco.

Sarò tutto bianco.

Che nessuno lo riconoscerà.

Sai...

Quando uno muore per un po’, quando tornerà, nessuno si ricorderà di lui.

E avrà voglia di non essere morto mai per un po’...


Mare affonda piano i ciechi desideri
Pare oggi,ma era ieri la felicità
Gru del mio giardino scava nel terreno
Getta fondamenta vere dentro all'anima



Per Aria Oh Morte - Moltheni

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto