venerdì 18 luglio 2014

Dolce bimbo nel tempo tu vedrai la linea la linea che è tracciata tra il bene e il male

...Che poi uno ci prova a raccontare il mondo ad un bambino...

Soprattutto quando nei suoi occhi appaiono come vincenti quelli che mettono i loro piedi sopra le teste dei perdenti.

Presunti vincenti. Potenziali perdenti.

Ma come far risultare credibili le mie parole di fronte a certe immagini?

Come dirgli che chi ha le armi più potenti è semplicemente qualcuno che dentro le mutande ha poco o nulla?

Si c'è l'esempio che gli si può dare...

L'emozione di un racconto...

Ma la cosa che più mi risulta difficile è far capire che le diversità non sono dei mostri da combattere.

Specie quando mi arrivano email da parte di altri genitori che si autoesaltano per aver scritto lettere di protesta al capo dei vigili perchè vicino alla scuola passeggiano cittadini di uno stato dell'est
dopo la fila alla vicina ambasciata.

Roba da farsi cascare i coglioni per terra!

Come faccio io a rispondere a domande del tipo "Papà ma lo sai che quelli sono cattivi?"

Come faccio io quando penso che se qualcuno è cattivo di rimbalzo toccherebbe annà a cercà il muro dove ha sbattuto l'odio... la repressione... l'afflizione, per abbatterlo a capocciate?

Come faccio io a cercare di togliere la paura da una parte senza aggravarla da qualche altra parte?

Eh si!

C'è contrapposizione anche su ste cose.

Perchè il colore bello è poco.

E se lo devi dare in un posto ti trovi a doverne togliere da un altro posto.

Anche se un'idea me la so fatta.

E ricoprire di nero notte certi personaggi mi diventa piacevole.

Però...

Come faccio a far capire che la cattiveria non è quella che raccontano i signori della morte?

Mi prenderanno per pazzo se gli sposto quello che il mondo ha messo là pronto all'uso?

Anche di fronte al continuo vincere dei veri cattivi?

E se fosse solo questione di tempo?

Il tempo di un rimbalzo?

"Dolce bimbo nel tempo tu vedrai la linea
la linea che è tracciata tra il bene e il male

Vedrai il cieco sparare al mondo
proiettili vaganti che esigono un tributo
Sei stato cattivo - oh Signore! - scommetto di sì
e se non sei stato colpito dal piombo vagante
e meglio che tu chiuda gli occhi e pieghi la tua testa
Aspetta il rimbalzo del proiettile"


Per aria Child in Time - Deep Purple

1 commento:

  1. Oggi parlo anche io di infanzia nel mio blog; precisamente la mia. Se solo si educassero i bambini alla bellezza e al rispetto per la diversità. Se solo si educassero alla possibilità di diventare esseri unici ed originali come ogni altra creatura sulla terra. Se solo poi, certi altri bambini, non fossero costretti a vedere e subire certe brutture. L'infanzia è un tesoro e un campo di battaglia allo stesso tempo. L'infanzia è fragile in modi diversi in diversi paesi.

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto