martedì 25 marzo 2014

Sole elettrico


Sempre pensato che le cose più belle e le cose più brutte vengano fuori per caso.

E che solo strada facendo puoi costruirci sopra.

Se ci tieni ad arricchirle o se vuoi combatterle.

Le cose medie no.

Quelle stanno là.

Lasciate a se stesse.

E se ne parli è solo per far notare una differenza.

Esaltarne l’inutilità del momento.

Perché una cosa meravigliosa in sé può lasciarti indifferente.

Perché uno scempio terrificante può lasciarti indifferente.

Siamo fatti così no?

Possiamo decidere se cavalcare un’onda o se sciacquettare coi piedi a mollo.

Un giorno d’estate del 2013

Io quel giorno decisi di scrivere su un foglio la parola “Daje”, di fare una delle mie facce, di inviare una foto con il foglio in mano e la faccia che aggrediva l’obbiettivo.

Era una campagna  a sostegno di Music for Peace messa su da una associazione con il nome e il logo bellissimi: Sunshine4Palestine.

Non persi tempo a studiare chi fossero.

Ma quell’invito a metterci la faccia era troppo bello e troppo familiare al mio sentire che non ne sentii il bisogno.

Il mio studio, se vogliamo chiamarlo così, cominciò nei giorni a seguire quando stupito, vidi che, chissà se per merito di quell’idea o addirittura della mia faccia, quella campagna diede i suoi frutti.

Sentivo addosso quell’essere parte di qualcosa, nel mio piccolissimo.

Sensazione che avevo visto scivolare via dalle mie mani in quel settembre del 2011 quando infilai la mia malinconia nel vapore di un respiro sul finestrino di una macchina sulle strade del Madhya Pradesh.

Studiai.

Cercai.

Cominciai a contattare.

Avevo bisogno di sapere.

Bisogno di capire.

Un giorno di primavera del 2014

Da membro ufficiale di Sunshine4palestine vi invito a visitare e a diventare membri della pagina www.facebook.com/sunshine4palestine perché ieri 24 marzo 2014 la prima parte di un grande sogno è stata realizzata e goderne assieme lo rende ancora più bello.

Per la storia completa che ho abbozzato in questo similpost cercate in libreria tra un paio di anni.

Qualora aveste voglia di emozionarvi subito e per davvero vi consiglio di leggere cosa è successo quel giorno di primavera del 2014. Basta un clic qui e vi si aprirà un mondo.

Per aria Sunshine -  Matisyahu

dedicato a Barbara, Marina, Haitham, Ivan, Paolo, Clive

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto