giovedì 13 febbraio 2014

hai bisogno di silenzio intorno e dentro di te


Non è un ricordo...

Di quelli che vengon su quando un odore noto risale le narici per andare a risvegliare un punto a metà strada tra cervello e cuore...

E non è una speranza...

DI quelle che culli costruendoci su nell'atmosfera tipica del dormiveglia...

E' qualcosa di difficile da sviscerare...

E' una parte di te...

Di quelle che ti sono ignote...

Di quelle che ti stupiscono quando vengono allo scoperto.

E' un attimo difficilissimo da cogliere e percepire...

Hai bisogno di fortuna e di talento per farlo.

E hai bisogno di silenzio intorno e dentro di te.

E' come se in un punto debbano convergere e posarsi assieme un miliardo di altri punti...

Come risucchiati da una strana forma di attrazione entusiasta ma fugace.

Ci sono scoperte che si fanno su noi stessi che ti lasciano interdetti...

Quasi se una forza estranea volesse prenderti e portari in una dimensione più elevata...

...Parallela...

Non è pazzia...

Forse.

Forse è solo un nuovo primo giorno...

Di quelli in cui senti di avere a disposizione la tavolozza, con tutti i colori che sei, ancora intonsa... 
Per aria The sounds of silence - Pat Metheny
grazie a Barbara per la canzone :-)

3 commenti:

  1. forse i colori non si consumano
    e tanti sono i primi giorni in una vita.
    e se è pazzia sentire questo, allora benvenuta

    RispondiElimina
  2. È così strano...intendo è così strano venire qui e trovare parole che è come se parlassero per me a volte...come se in certi momenti sentissi di provare le stesse identiche sensazioni che provi a descrivere...molto probabilmente si tratta di suggestione...in fondo alle immagini e alle metafore spesso di può dare il significato che in quel momento si sente...però è comunque strano...e indubbiamente c'è una sintonia particolare...almeno per me...
    Adoro il tuo modo di scrivere...stavolta non rispondere "io no" ;-)

    RispondiElimina
  3. non è pazzia... ma dici bene, una nuova alba, giorno, principio, armiamoci quindi di pennello e acquerelliamo tutto

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto