mercoledì 27 marzo 2013

Così... Tanto per...

Quando hai la sensazione che ogni passo potrebbe essere l'ultimo l'attenzione trova il suo momento di gloria...

Quell'ennesimo colpo di clacson arriva alle orecchie armonioso...

Null'altro ha senso...

Per Aria Olsen Olsen* - Sigur Ros

*Olsen Olsen è una barretta dolce confezionata venduta in Islanda, è composta da uno strato di pistacchio e uno di liquirizia salata, ricoperti di cioccolato.


venerdì 22 marzo 2013

Il dubbio

Lungi da me essere disfattista...

Eppure sembra che quando non senti addosso l'approvazione altrui tu...

Non sono un ipocrita...

Ah quindi lo ammetti?

Io non ammetto nulla se non ho ben chiaro il mio incedere...

Però stai mandando all'aria cose in cui credevi solo perchè il cammino è senza applausi...

Mai attesi applausi...

E allora? Cosa manca?

Manca l'utilità...

Cioè?

Non è facile... La confusione offusca i pensieri e la loro condivisione...

E chi se ne frega?

Ho fatto un sogno. Un sogno che sembra sintetizzare ogni cosa. C'era un uomo. Era seduto in terra. Mi vede arrivare. Alza la testa. Mi fissa negli occhi e mi chiede da bere. Non sento il suono della voce ma alle mie orecchie arrivava chiara la richiesta: "Water uncle! Water please!"

Minchia fai i sogni in inglese adesso?

Sento il bisogno irrefrenabile di soddisfare quella richiesta. Corro. Riempio una bottiiglia di acqua fresca e chiara. La assaggio per sentire se è buona e gliela porto, ma...

Ma?

Quell'uomo non c'era più. Svanito nel nulla...

Ah...

Capisci?

Cosa devo capire?

Per me è gioia correre, prendere l'acqua, testarla. Ma non mi basta.

...

Capisci? Non si tratta di avere l'approvazione altrui... Di applausi... Si tratta semplicemente di condividere un godimento. Se godi da solo è come...

Come una sega??

Ahahahahaha mortacci tua!

"Il dubbio può essere una grandissima forza unificante, al pari della certezza"

Da paura! Dove l'hai letta?

Ho visto un film. Il dubbio. Quello con Meryl Streep...

E che fine glie fanno fa a sto dubbio?

E che ne so io?

Come che ne so io?

Non ce l’ho fatta, me so addormito...




Per aria Confrontation - Howard Shore

mercoledì 20 marzo 2013

Sospensione

“There's more to the picture than meets the eye”



Hai mai pensato che quello che vedi è nulla in confronto?

Hai mai pensato che quello che senti nessuno potrà mai farlo suo completamente?

Hai mai pensato che quello che dici non è mai quello che vorresti precisamente dire?

Hai mai pagato per qualcosa ricevendone in cambio un’altra?

Sospensione…

Hai mai pensato di poter avere la possibilità di scardinare un dubbio?

E’ un po’ come quando pensi alla morte…

A quella voglia di pensare di poter tornare indietro in un modo o nell’altro…

Sospensione…

Hai mai pensato che proprio mentre ti piango tu sei già tornato qui?

Che quel buio in cui entri altro non è che un ripulirsi dal passato per tornare come nuovi…

Altrove magari… O nello stesso posto… Chissà?

Come se ripulirsi altro non fosse che azzerare la memoria…

Sospensione… Accidenti!

Hai mai pensato di poter stare in sospensione col corpo…?

Un po’ come facevamo con la mente in quella calda estate…

Ci sei rimasto un po’ sospeso per vedere che succedeva intorno a quel posto che hai abbandonato?

Ci pensavi?

Sorridevi?

Ma veramente è meglio bruciarsi che svanire lentamente?

…che poi il rock & roll è qui!

E qui resterà…

Per aria Hey Hey, My My - Neil Young

lunedì 18 marzo 2013

No non ho paura di scoprire che la linea dell'orizzonte non esiste...

Hai presente i finali dei cartoni animati giapponesi che ci piacevano tanto quando eravamo piccoletti?

Si si! Proprio quelli con quelle musichette del cazzo dove il nostro eroe si allontanava all'orizzonte rimpicciolendo contro quel sole enorme e fiammeggiante...

Come che c'entra?

Si lo so ho avuto paura...

E' esattamente quello che penso si senta quando stai per morire...

Quando tenti disperatamente di urlare e di rialzarti rimanendo inerte...

Inanimato...

Col cuore che batte forte senza pulsare...

Davvero pensi che devo lasciar perdere?

Arrendermi e godermi il resto senza rischiare...

Mamma mia che paura doppia che mi fa solo l'idea...

Sai cosa penso?

Penso che quel bastardo del mio eroe ha tentato di farmi secco...

No no! Non è come dici tu...

Non è solo la mia debolezza...

Non è solo il traguardo troppo difficile che mi sono messo in testa di raggiungere...

E' lui!

E' quel maledetto bastardo che cerca di impedirmi di superarlo...

Cosa?

La mia presunzione?

Cosa c'entra la mia presunzione?

E cosa c'entrano i limiti?

Ma perchè anche tu ti metti a tirare quel cazzo di freno?

Perchè non mi aiuti invece di gracidare?

Perchè non mi porti sulle spalle per farmi vedere oltre quel nero che mi ha annebbiato la vista ed i sensi?

Ma lo vedi che sto a terra boccheggiante?


Hai presente i finali dei cartoni animati giapponesi che ci piacevano tanto quando eravamo piccoletti?

Si si! Proprio quelli con quelle musichette del cazzo dove il nostro eroe si allontanava all'orizzonte rimpicciolendo contro quel sole enorme e fiammeggiante...

Come che c'entra?

Io lo stavo raggiungendo...

Per questo quella luce accecante si è rimpicciolita di colpo...

Solo perché l'ingrandirsi di quella figura, sempre più vicina a me, ingrossando la copriva...

Lui mi ha sentito...

Lui ha sentito il suo collo prendere calore...

Ha sentito che perdeva velocemente la sua posizione di forza...

Ha avuto paura...

Si è incazzato a morte...

E allora mi ha colpito...

Mi ha colpito forte...

Proprio al centro dello stomaco...

Nel punto esatto in cui chi ci ha creato si è dimenticato di far arrivare le ossa a preservarci da quel dolore inraccontabile...

La vedi questa luce che si fa sempre più forte?

E' lui che si allontana fiero!

Io non gliela voglio dare vinta...

Io lo voglio andare a riprendere...

Parerò il colpo quando riproverà ad abbattermi...

Ci pensi?

Ci pensi ad andare incontro a quel sole senza neanche l'ombra di un puntino coi capelli svolazzanti di lato a fare da filtro?

Ci pensi al fatto che la musica di sottofondo ce la possiamo scegliere da soli mentre andiamo incontro alla notte fieri, belli e.

Che c'è adesso?

Ahahahahaha

No non ho paura di scoprire che la linea dell'orizzonte non esiste...

Anzi...!


Per aria No Line on the Horizon - U2

giovedì 14 marzo 2013

Mi piace

Mi piace abbracciare gente appena conosciuta…

Mi piace quando quell’infinitesimale lasso di tempo che è passato tra l’incontro degli occhi e quello delle parole dimentica il pudore e l’imbarazzo degli sconosciuti.

Quante volte ci è capitato di sederci a tavola durante un matrimonio con qualcuno che è stato messo là per tappare i buchi? Che a malapena salutiamo con un cenno della mano quando la festa è finita…

Cosa serve allora per abbattere i muri della paura che può dare un incontro?

Forse basta rendersi partecipi di un dolore o di una gioia?

Evitando magari di mettere per forza se stessi davanti...

O forse è solo questione di pelle?

Di sensazioni?

Di come ti gira, insomma...

O magari capita per puro accidente di godere di quella fuggevole, rara e sana avventatezza che ci rende dimentichi dei rischi...

Boh?

Mi piace quando la parola grazie viene pronunciata con pienezza e all’unisono…

C’avete presente il subito dopo?

Quando col mignolo si cerca il mignolo altrui per fare flic e floc?

Mi piace quando la rabbia e la delusione per qualcosa che gingilla da tempo dentro vengono polverizzate da un abbraccio inaspettato.

E questo “c’era una volta” che ancora gravita nell’aria mi fa sentire parte di una ferita che docilmente si è impressa nel mio cuore…

E se l’abbraccio arrivasse un secondino prima di quando te lo saresti aspettato?

A quel bisogno c’è bisogno di non fuggire...

Accogliere quell’abbraccio…

Entrare a far parte…

Mescolarsi…

E poi...

Dico...

Ma se la volemo dà n’opportunità pe’ piagne pe’ qualcosa de friccicarello ‘na volta tanto?

Per aria Opportunity to Cry – Priscilla Ahn

martedì 12 marzo 2013

Io non voglio più...

Ok!

Ti lascio andare stavolta...

Non ce la faccio più a sentirti rimbombare dentro...

Sono stanco di ricoprire le tue urla di miele per ammorbidire l'astio...

A te la parola...

Io mi giro dall'altra parte.

...

Beh?

E adesso?

Stai zitto?

Dai forza...

Sfoga la tua rabbia!

Hai gli occhi spiritati...

Stai per scoppiare...

Hai paura forse?

...

Vuoi che ancora una volta sia io a darti voce?

Vuoi che siano mie le parole che distruggeranno tutto quello che passerà a poca distanza?

...

Io sono stufo della gente che sorride per avermi...

Io sono stufo di quelli che hanno bisogno del mio talento per sentirsi belli...

Io sono stufo di essere amato per senso di colpa...

Io sono stufo di vedere la mia tavola ricca di gente affamata e il mio capezzale vuoto...

...

Che dici?

Vado bene?

E' questo che ti accalora?

I tuoi occhi stanno perdendo rossore...

Si ho capito...

Va meglio ma devo continuare.

...

Non so che farmene di chi piega le ginocchia in cerca della grazia e poi si volta di fronte a chi assassina la grazia...

Non so che farmene di chi ha sempre l'amico giusto per ogni cosa che non serve...

Non so che farmene di chi fa promesse per convincerti che affidarsi è l'unica via...

Non so che farmene di chi vince sempre.

...

Come?

A anche tu ogni tanto vinci?

No?

Aaahhh...

...

Io vorrei uccidere quella parte di me che perde sempre l'attimo costruito con entusiasmo, fatica e gioia...

Io vorrei uccidere quella parte di me che perde tempo a dormire sulle mete raggiunte...

Io vorrei uccidere quella parte di me che dice "Fermati! Ndo cazzo vai? Ma non lo vedi che non gliela fai più?"

Io vorrei uccidere quella parte di me che apre la bocca senza sapere... Senza sapere quello... Quello che dice?

...

Come?
...

Tu uccidi me?

...

Io non voglio vedere più merda intorno...

Non ce la faccio...

E' un momento in cui non perdono nulla!

Stupidi veri o falsi compresi!


Per aria Hey Stoopid - Alice Cooper

domenica 10 marzo 2013

A Bocca Chiusa

Questo è il tempo degli urli...

Urli che però fanno fatica ad uscire...

Restano strozzati in gola...

A raspare in ugole fatte per esprimere i sentimenti...

Sanguinanti e tramortite.


Questo è il tempo della rabbia...

Rabbia che ha smesso di spaccare nocche contro i muri...

Resta chiusa nello stomaco...

A sbattere lungo le sue pareti...

Creando apnee e frustrazioni...


Questo è il tempo della vergogna...

Vergogna di sentirsi dei coglioni nell'accampare puri, semplici e sacrosanti diritti...

Vergogna nei confronti di chi quei diritti ci ha dato in dono...

Vergogna per l'incapacità di prendersi cura di un tesoro prezioso...


Dove siamo diretti?


Tanti minuscoli puntini senza meta...

Tanti minuscoli puntini fermi...

Tanti minuscoli puntini che pulsano aritmici...


Questo potrebbe essere il tempo della speranza...

Questo deve essere assolutamente il tempo della speranza...


Una sola ed unica speranza...

Quella di poter finalmente convincersi che un fondo esiste...


Questo è il tempo del vuoto...

Ed il vuoto ci rende silenti...

Silenti ma non incapaci di cercare con gli occhi le parole giuste...

Silenti ma non incapaci di raggiungerlo quel benedetto fondo di cui abbiamo tanto paura...


Solo il raggiungimento di esso ci permetterà di colpire forte coi piedi per riemergere...

Avete mai fatto un paio di vasche in piscina?

Quanto risolleva dalla fatica la spinta sul muro per virare?

Non aggrappattevi...

Non urlate...

Non vergognatevi...

Quella bocca chiusa è la nostra salvezza!


Per aria A Bocca Chiusa - Daniele Silvestri


Questa canzone in questi giorni sta accompagnando i miei patimenti...
Mi libera...
Mi fa piangere...
E mi fa sentire un fregnone...
Un gran bel fregnone...

mercoledì 6 marzo 2013

Cos'è?

"Lo sai che la vita esige il suo tributo
E l’istinto viscerale del poeta è quello di cercare la propria vera anima
E' così maledettamente confuso davanti ai miei occhi
Ma niente sembra riuscire a programmarmi e ancora sopravvivo."



E' solo paura di conformismo forse...
Di essere visti come quello che è passato prima,
Come quello che sta per arrivare...

Paura fottutissima!

Provi a raggirarla la bastarda
Semplicemente cambiando un atteggiamento...
Magari con una carezza a chi potrebbe infettarti
Ma anche rubando il respiro a chi pensi,
Sbagliando,
Ne abbia troppo...

"Tu guardi lontano a est!
Mentre ti muoiono sotto un piede e neanche te ne accorgi..."

Vero!
Io faccio questo.
E sorrido anche quando non dovrei
Come fosse un tic
Senza sentirlo...

Io faccio questo e non lo faccio.

Non cambia farlo o non farlo,
Perchè lo fai o perchè non lo fai,
O come cazzo lo fai...
Vale solo la voglia di aver bisogno di uscire da un mondo che consideri avvelenato...
Anche se così non è...

Ma così lo vedi...

E se usi la rabbia o la dolcezza per farlo
Dipende solo dal momento
Dal tempo...
Da un brufolo...
Da nulla!

Per aria Poison Heart - The Ramones

lunedì 4 marzo 2013

Guai!

Guai a chi agisce per mostrare essenze che non ha...

Guai a chi ci casca...

Guai a chi giustifica per eccesso il buonismo...

Raggiratori e raggirati hanno colpe da spartire e nessun perdono da litigarsi...

O dolci melodie non fermate il vostro scorrere di fronte a costoro...

Le nullità non lasciano tracce sull'eterno...

Per aria Crucify - Tori Amos