venerdì 13 dicembre 2013

Un istante


E' un istante.

Di quelli che durano un infinitesimo in più di un niente.

Impossibile da cogliere.

E impossibile da fare nostro.

Possiamo vederlo passare.

Possiamo percepirne l'odore.

Possiamo attenderlo per secoli incoscienti di lui.

Possiamo rimpiangerlo per non averlo percepito al suo fugace passaggio.

E possiamo malinconicamente ricordarlo.

E' un istante.

Di quelli che coprono le distanze.

Che ci fa sentire finalmente fieri di essere venuti al mondo.

Fieri di respirare e di tentare l'apnea.

Non possiamo che arrenderci.

Non possiano fuggire.

Non possiamo cercare riparo.

Non possiamo muovere un passo.

E non possiamo ridere o piangere.

E' un istante.

Che racchiude in se l'essenza delle cose dell'universo.

Che ti inonda e ti asciuga.

Impossibile spiegarlo meglio.

Impossibile chiuderlo in gabbia.

Impossibile non avere la serenità della sensazione che potrebbe dare la consapevolezza di avere di fronte ai tuoi occhi l'ultimo cielo.



"l'immenso respiro che è in noi
quando siamo infiniti e sublimi"


Per aria L'Ultimo Cielo - Max Gazzè

dedicato

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto