sabato 9 novembre 2013

Un mondo che brinda al nulla...

Qui c'è un mondo di tutto o niente...

Un mondo di poco, maledetto e subito...

Un mondo di strade diritte e senza incroci...

Qui c'è un mondo che non aspetta...

Un mondo di amici se me servi...

Un mondo che tanto chi se ne frega...

Qui c'è un mondo che è meglio non sapelle le cose...

Un mondo di fidasse è bene non fidasse è meglio...

Un mondo che lassa perde...

Qui c'è un mondo di anime che vagano senza che nessuno si accorga di loro...

Un mondo dove gli ultimi vengono controllati per sentirsi almeno penultimi...

Un mondo dove una mano in testa a chi sta vicino la si mette solo per tirarsi su dal fango...

Qui c'è un mondo di merda...

Un mondo che dimentica...

Un mondo che la memoria è saper ricordare che hai mangiato ieri a cena...

Qui c'è un mondo che va...

Un mondo che mica lo sa dove va...

Un mondo che chi si ferma è perduto...

Qui c'è un mondo che chiude le porte...

Un mondo che a tener le porte aperte si vedrebbe solo tristezza...

Un mondo che fa di un erba un fascio...

Qui... Ora... Io faccio di un erba un fascio...

Inghiottito dal ritmo forsennato di quello che c'è...

Di quello che vorrei che ci fosse...

Di quello che se... Che ma... Che chissà...

Qui c'è un mondo che continua a far festa...

Un mondo che non sa per chi o per cosa far festa...

Un mondo che brinda al nulla...

Tacci sua!

Per aria Festa Mesta - Marlene Kuntz


Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto