giovedì 17 ottobre 2013

Siete di fronte All'Uomo Che Vendette il Mondo


Mentre salivo le scale, ho incontrato un uomo che non era lì. Anche oggi non c'era.
Vorrei, vorrei tanto che se ne stesse lontano
(Hugues Mearns)
...che poi capita anche che sul cammino spuntino incontri inaspettati...
Incontri non capiti...
Naturalmente non cercati...
Incontri che lasciano un segno in noi con persone che un segno hanno lasciato per tutti...
Nel bene o nel male...
E a noi capita di passare dritti...
Incuranti
O non in grado di capire...
Spaventati forse...
"Passammo sulle scale, parlammo di questo e quello
Malgrado non fossi lì, lui disse che ero suo amico
Il che mi sorprese, parlai ai suoi occhi
Pensavo che eri morto solo, molto molto tempo fa.

Oh no, non io
Io non ho mai perso il controllo.
Sei di fronte
All'Uomo Che Vendette il Mondo"
...Che poi capita anche di rivedere qualcuno...
Qualcuno che giuriamo a noi stessi di non aver mai visto in vita nostra...
Che ci abbraccia forte come se ci stesse cercando da interi lustri...
E noi?
Ci lasciamo andare all'abbraccio?
O tacciamo di pazzia quel povero Cristo commosso dalla nostra presenza "ritrovata"?
E se dietro quell'abbraccio fosse nascosta la chiave per leggere quello che ci manca?
E se rifiutando quell'abbraccio rischiassimo di perdere l'essenza delle cose?
E se davvero fosse possibile usando un minimo di fiducia e leggerezza il motivo che spinge l'uomo a vendere tutto quello che ha per un briciolo di felicità?
...e pensare che pensavamo fosse morto su quelle scale...
Ma è così difficile perdere un momento il controllo?
O lo facciamo solo quando non abbiamo più nulla da perdere?
"Ho riso e gli ho stretto la mano, e sono tornato a casa
Ho cercato una forma e una terra, per anni e anni ho vagato

Ho fissato intensamente tutti i milioni che ci sono qui.
Dobbiamo essere morti soli, molto molto tempo fa.

Chi lo sa? Non io
Non abbiamo mai perso il controllo
Siete di fronte
All'Uomo Che Vendette il Mondo"
Per aria The man who sold the world - David Bowie

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto