mercoledì 24 luglio 2013

Noi due nudi alla mercè degli occhi di chi passa

Torni,

E lo fai sempre quando ho dimenticato le tue fattezze...

Sei qui,

Ancora...

Senza averne percezione visiva sento addosso l’ odore di quel tuo ghigno presuntuoso...

Cosa vuoi ancora?

Non ho già pagato abbastanza?

Non è bastato riempire il mio corpo di sostanze merdose per rendermi sgradevole ai tuoi denti...?

Non ti faccio schifo?

Non hai qualcun altro da...

Da...

Io non so neanche cosa fai di preciso...

So solo che quando mi sei addosso io perdo l’essenza di me...

Perdo il coraggio...

E per quanto io possa stringere i pugni vedo le mie mani aperte in segno di resa.

Ma tu ti commuovi mai?

Guardami,

Smettila per un momento di succhiarmi l’anima...

Fermati,

Mostrati per quello che sei...

Hai occhi?

Hai mani?

E il cuore...

Ce l’hai il cuore?

Respiri?

Ami...?

Sai cosa mi dicono quelli là fuori?

Dicono che se io amassi di più me stesso tu avresti paura di me...

Dicono che è la difesa migliore...

Ci pensi?

Potrei essere io ad offenderti,

A trasformarti in una nullità...

Percepisco la tua risata fragorosa...

Ma ho la netta sensazione che tu abbia fermato il tuo incedere verso di me,

Con la bava che non cola più...

Come rappresa dal gelo...

Come dici?

Si,

Non è cambiato nulla...

Si,

Mi riprenderai appena desidererai farlo...

E io mi arrenderò ancora,

Succube...

Schiavo di quel senso di precipizio che solo tu sai darmi...

Come dici?

Si,

Queste parole le sto scrivendo...

Si,

Ho deciso di farle uscire dal mio, dal nostro intimo...

Ho voglia di mostrarti al mondo intero...

Con la stessa naturalezza ed entusiasmo di quando ti innamori...

E voglio gustarmi la tua reazione...

Ci pensi?

Noi due nudi alla mercè degli occhi di chi passa.

Ci pensi?

Non sarò più solo io l’inutile merda sulla quale si butta l’occhio col solo scopo di essere evitata...

Saremo io e te...

Come dici?

Si,

Sono un povero illuso all’ultima spiaggia...

Sono come un uccello senza ali sopra un filo...

Ma lasciami la soddisfazione di quest’ultimo volo...

Il volo che si fa per vedere l'effetto che fa.

Per il solo piacere di.

Decidi anche tu quale.



Per Aria Bird on a Wire – Leonard Cohen




1 commento:

  1. Ho trovato traccia del tuo passaggio e...sorpresa...eccoti qua con Leonard Coehen e tutto il resto. Ben trovato. A presto !
    Dany

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto