martedì 28 maggio 2013

Preghiera

Si…
Lo so…
Mi sono arreso ancora prima di tentare…
Ancora prima di pensare che dentro di me c’era la forza giusta per non cadere…
Quella forza spensierata che ha accompagnato il mio incedere di ieri…

Si…
Lo so…
Mi sono appeso alle vittorie…
Come se mi fosse tutto dovuto…
Come se potessi vivere in discesa il resto dei miei giorni…

Si…
Lo so…
Ho presa a calci in bocca la provvidenza…
O, ma si dai, sputtaniamoci per bene, io mi sono sentito provvidenza…
Invincibile umano capace di cambiare le sorti dell’universo…
E invece ho perso tutto…
Faccia, cuore…
Speranze.

E ora mi trovo qui…
Solo…
Sperduto…
Incapace di cercare un motivo…


Per favore…
Dammi una seconda possibilità…
Gira il mio collo verso il domani…
Distrailo da quei giorni andati…
Donami la spensieratezza per riprendere il cammino…
La forza per.
La speranza di.
Ripara le mie ali.

Per favore.

Per Aria  Fly - Nick Drake

4 commenti:

  1. ti lascio un mio piccolo pensiero su come forse dovremmo sempre cercare di porci...

    E’ un giorno in cui parlo alla vita, e Lei, mi racconta di sé, di come ogni giorno sia così importante, diverso, da un numero che invece si ripete sempre uguale.

    RispondiElimina
  2. oggi in tutti i miei blog ho postato preghiere...di vario genere...ora nel tuo trovo la stessa sensazione di essere dentro un giorno..vero...reale importante...un sincero saluto di gioia sempre

    RispondiElimina
  3. mi piace la preghiera: un atto di umiltà che rivela grandezza.
    Ho la fortuna di sperimentarne il conforto, di avere riscontri di quell'amore che avvolge senza giudicare chi sa farsi piccolo come un bambino.

    Spero con tutto il cuore che la tua e le mille preghiere di ognuno di noi incappino in quell'ascolto e in quella risposta che fa ripartire con fiducia verso il domani. Ripartire non si può solamente, si "deve". Senza guardare indietro (perché farsi del male? Cambiamo in ogni istante, non ha senso rincorrere il passato, brutto o meraviglioso che fosse!) né troppo oltre, ma assaporando il presente, cercando di scorgervi tutte le trascurate bellezze che diamo per scontate e invece lo riempiono. E ci sono, benedette loro, ci sono...

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto