martedì 21 maggio 2013

Il Giorno è passato


Non conoscevo la meta…

E non sapevo quale fosse il mio obbiettivo.

Avevo un solo ed unico desiderio: muovere verso qualcosa che mi portasse via, lontano da quel punto scomodissimo in cui sedevo in completa sofferenza da troppo tempo.

Ma come fare?
A chi, a cosa, affidarsi?

E come scrollarsi di dosso quelle maledette catene che sembravano incollate sul mio corpo, sul mio stomaco, sui miei pensieri?

“Fermati intanto…”

“Ma come? L’unica cosa che sento avvinghiata addosso è la stasi!”

“Sei fermo in un punto, è vero, ma ti muovi come un ossesso…, come pensi di andare da qualche parte se hai le gambe legate e continui a saltare sul posto, a cadere, a urlare, a rialzarti… a non respirare mai?”

“Davvero pensi questo?”

“Non sto pensando, è quello che vedo…”

Forse aveva ragione. Quella stanchezza che mi pervadeva doveva essere il frutto di quel mio forsennato sbattere come un tonno nella tonnara. Sanguinavo ma, invece di fermarmi alla ricerca serena di una via d’uscita… invece di abbandonarmi al mio destino, continuavo a farmi del male pensando che solo con le mie forze avrei potuto spaccare una roccia a cazzottoni.

E a farlo in fretta e senza fatica...

Continuando a pensare che la vita fosse fatta di un solo ed unico giorno…

Rimanendo sgretolato nel preciso istante in cui quel giorno aveva deciso di volgere al termine…

Per aria Day is Done - Nick Drake

3 commenti:

  1. la nostra vita è chiusa dentro una bolla di sapone..cosa conta il tempo che possa durare se poi...non riesci a vederci i colori in fondo..gioia sempre

    RispondiElimina
  2. non c'è giorno che sia uguale ad un altro, anche quando tutto sembra immobile. Bisogna accettarlo per sentirlo vero,e crederci, allora è come aprire gli occhi.
    Per quel poco che vale, io l'ho sperimentato, per questo la notte non mi fa più paura: ho rinunciato da tempo a combatterla e ho compreso che ogni caduta non è per sempre se lo sguardo e il cuore non si lasciano corrompere dall' attesa dell'alba.
    Un abbraccio
    Patty





    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto