lunedì 29 aprile 2013

spazio vita tempo

"un eremo il mio corpo un eremo nel caos"


Elimina questo rumore dalle tue orecchie

Rendile capaci di assumere solo dolcezze

Cancella queste luci impazzite del nostro tempo

Fai dei tuoi occhi strumento captante del puro


Togli le mani dal fango

Lascia scorrere in loro ruscelli d'alta quota

Abbandona il tuo corpo

Nel vuoto

Senza paura

In completo abbandono


Libera il pensiero

Lascialo andare

Non guardarlo mentre è in fuga

Non ne hai bisogno adesso

Completamente nudo

lontano dal tempo

Povero

di quella povertà che toglie le ansie

Che libera le mani

che svincolate dal difendere

Possono chiamare le braccia al volo


E ora che sei diverso

Altissimo

Vuoi abbandonarti al futuro

oppure

Annaspare

per riacciuffare i ricordi

e nella malinconia

Precipitare?

"forse non sanno che ogni istante non esiste
spazio vita tempo vano
spazio vita tempo umano

spazio vita tempo
spazio"


Per aria Dimensioni Parallele - Scisma

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto