mercoledì 3 aprile 2013

Il sogno dentro ad un suo contrario...

A volte ci troviamo di fronte a personaggi che riescono a farsi ergere come capi branco...

Personaggi che sanno il fatto loro forse...

Ma che hanno la presunzione che questo fatto possa essere elevato al rango di unico degno di essere rispettato...

Anzi... C'è di più...

E' il fatto altrui che per questi personaggi va distrutto... Umiliato.

E molto spesso gli risulta più semplice portare avanti un discorso che sia contro.

Molto spesso il capo branco piuttosto che curare i propri fiori aizza le proprie pecore alla distruzione dei fiori di altri campi.

Confondendole.

C'è sempre un estremo bisogno di conoscenza...

Ignorare le cose mentre si agisce potrebbe provocare dei danni spiacevoli ed irreparabili...

Bisognerebbe interrogarsi un po' di più...

Farlo prima...

Bisognerebbe ogni tanto infilarsi nei panni di quelle che ci vengono segnalate come pecore nere...

Bisognerebbe cercare di amarle prima di combatterle...

Bisognerebbe accogliere, condividere, guardarle negli occhi prima di respingerle...

Eppure noi stupide pecore (bianche) preferiamo, per pigrizia forse, perdere la nostra naturale predisposizione al bene...

Preferiamo obbedire a chi fa di noi un uso strumentale.

Preferiamo la guerra pur avendo una paura fottuta di rimanere sconfitti...

Preferiamo soffiare sul fuoco della discordia piuttosto che spegnerlo e renderlo utile brace per riscaldarci...

Ma poi cosa resta?

Occasioni perse...

Incontri persi...

Zone morte nella nostra conoscenza...

Io ho sete.

Io ho voglia di sognarmela diversamente.

Bere con le mani.

Pensare a modo mio.


Per aria The Dream - Rim Banna

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto