lunedì 18 marzo 2013

No non ho paura di scoprire che la linea dell'orizzonte non esiste...

Hai presente i finali dei cartoni animati giapponesi che ci piacevano tanto quando eravamo piccoletti?

Si si! Proprio quelli con quelle musichette del cazzo dove il nostro eroe si allontanava all'orizzonte rimpicciolendo contro quel sole enorme e fiammeggiante...

Come che c'entra?

Si lo so ho avuto paura...

E' esattamente quello che penso si senta quando stai per morire...

Quando tenti disperatamente di urlare e di rialzarti rimanendo inerte...

Inanimato...

Col cuore che batte forte senza pulsare...

Davvero pensi che devo lasciar perdere?

Arrendermi e godermi il resto senza rischiare...

Mamma mia che paura doppia che mi fa solo l'idea...

Sai cosa penso?

Penso che quel bastardo del mio eroe ha tentato di farmi secco...

No no! Non è come dici tu...

Non è solo la mia debolezza...

Non è solo il traguardo troppo difficile che mi sono messo in testa di raggiungere...

E' lui!

E' quel maledetto bastardo che cerca di impedirmi di superarlo...

Cosa?

La mia presunzione?

Cosa c'entra la mia presunzione?

E cosa c'entrano i limiti?

Ma perchè anche tu ti metti a tirare quel cazzo di freno?

Perchè non mi aiuti invece di gracidare?

Perchè non mi porti sulle spalle per farmi vedere oltre quel nero che mi ha annebbiato la vista ed i sensi?

Ma lo vedi che sto a terra boccheggiante?


Hai presente i finali dei cartoni animati giapponesi che ci piacevano tanto quando eravamo piccoletti?

Si si! Proprio quelli con quelle musichette del cazzo dove il nostro eroe si allontanava all'orizzonte rimpicciolendo contro quel sole enorme e fiammeggiante...

Come che c'entra?

Io lo stavo raggiungendo...

Per questo quella luce accecante si è rimpicciolita di colpo...

Solo perché l'ingrandirsi di quella figura, sempre più vicina a me, ingrossando la copriva...

Lui mi ha sentito...

Lui ha sentito il suo collo prendere calore...

Ha sentito che perdeva velocemente la sua posizione di forza...

Ha avuto paura...

Si è incazzato a morte...

E allora mi ha colpito...

Mi ha colpito forte...

Proprio al centro dello stomaco...

Nel punto esatto in cui chi ci ha creato si è dimenticato di far arrivare le ossa a preservarci da quel dolore inraccontabile...

La vedi questa luce che si fa sempre più forte?

E' lui che si allontana fiero!

Io non gliela voglio dare vinta...

Io lo voglio andare a riprendere...

Parerò il colpo quando riproverà ad abbattermi...

Ci pensi?

Ci pensi ad andare incontro a quel sole senza neanche l'ombra di un puntino coi capelli svolazzanti di lato a fare da filtro?

Ci pensi al fatto che la musica di sottofondo ce la possiamo scegliere da soli mentre andiamo incontro alla notte fieri, belli e.

Che c'è adesso?

Ahahahahaha

No non ho paura di scoprire che la linea dell'orizzonte non esiste...

Anzi...!


Per aria No Line on the Horizon - U2

Nessun commento:

Posta un commento

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto