venerdì 20 luglio 2012

Nel Fango


Ma quanta paura fa uscire dal proprio "conquistato"?

Quanto è difficile infilare le nostre mani pulite nel fango?

Ma lo sapevate voi che a rovistar nel fango c'è la grossa possibilità di trovare una pepita?

Come?

Volete la certezza matematica che ci sia?

Come?

Avete paura che possa spuntare un coccodrillo a portarvi via il dito con l'anello migliore?

Come?

Sti cazzi delle favole che vi racconto?

Ah ecco...

Quindi meglio tapparsi gli occhi e non vedere neanche quello che il fango trasuda e godersi il piccolo e misero mondo che ci propinano alla tivvù?

Fate pure...

Io sto troppo male per godermelo e lo so...
L'unica figura che faccio è quella del guastafeste...

E il guastafeste va emarginato...

Per carità di Dio...

E io questo lo capisco!

Aaaaahhhh se lo capisco!

1 commento:

  1. il guastafeste adesso c'ha più ragione forse.
    Liberata Rossella Urru, ci pensavi tu ad un eventuale "favola", goditela un attimo questa ... oltre ogni strillo di marmaglia ... oltre tutto.
    E allora viva
    per un giro almeno
    Viva Dottò.

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto