venerdì 2 dicembre 2011

Dedicato

Sto facendo i salti mortali per capire cosa stai pensando ora...

Ci sono dolori tremendi che ti avvolgono ma che non sono in grado di togliere spazio ai pensieri...

E' un po' come fossero gocce superflue in un vaso già troppo colmo...

E forse stai vivendo questi pensieri come una beffa ulteriore.

E poi?

Là fuori sembra che tutti stiano impazzendo.

Sembra che vogliano fare della tua intima sofferenza il loro bollettino personalizzato per...

Io non riesco proprio a capire per cosa e...

E giuro che se lo sapessi verrei a dirtelo correndo scalzo.

Ci sono meccanismi che la ragione non può spiegare.

E forse in questo c'è qualcosa di salvifico.

Come è salvifico il tuo chiamarti fuori.

Il tuo rinchiuderti dentro le mura di te stessa.

C'è tempo per uscirne fuori.

Senza fretta.

E senza dover mostrare al mondo la tua debolezza.

Il mondo deve imparare a vivere senza attendere di vedere che c'è chi sta peggio.

Il mondo deve guarire.

Prenditi il tuo tempo stella...

Tocca il fondo perchè non c'è niente di male per farlo, anzi...

E' sul fondo duro e doloroso che si puntano i piedi, si flettono le ginocchia e si spinge forte a salire...

Il tuo volo è lì che ti aspetta...

Ed è paziente.

7 commenti:

  1. dico solo... che belle parole... vorremmo tutti aver qualcuno che ce le sussurra delicatamente nei momenti più bui e difficili...
    un bacio

    RispondiElimina
  2. ciao!!
    ti ho trovato, ne sono felice!
    chicca

    RispondiElimina
  3. qui tutto è di tutti...
    non ci sono gelosie o diritti di proprietà da difendere...

    RispondiElimina
  4. Che meraviglia, sono quasi commossa...

    RispondiElimina
  5. tu scrivi per l'umanità intera...e di questo ti ringrazio ogni volta che ti trovo, pensavo di averti perso...e invece no, ti ritrovo tra una s e un rez...che dono...

    RispondiElimina
  6. E' verissimo per risalire bisogna toccare proprio il fondo: sarà triste, sarà duro, ma funziona proprio così.

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto