giovedì 17 novembre 2011

Traslucido

Mi pongo nel mezzo...

A far da barriera tra la tua vista ed il mondo...

Mi pongo nel mezzo...

Senza limitartene la visione...

Puoi guardare oltre di me...

E distinguere la forma delle cose...

Goderne i colori...

Sentirne i profumi...

La mia presenza nel mezzo ti rende ignoti solo i contorni delle cose del mondo...

Quelli sarai tu a disegnarli...

E io so...

...Saranno più belli di quello che sono...

3 commenti:

  1. è davvero bellissimo questo post... quasi non trovo parole che ne siano all'altezza...è bello pensare di poter guardare attraverso le persone per avere una visione del mondo più ricca di sfumature... l'essere in mezzo non toglie, ma aggiunge coloriture nuove, prospettive nuove... come se l'altro davanti a noi non fosse un ostacolo ma un filtro che ci permette di vedere meglio...
    e poi non è nei contorni delle cose che sta la loro bellezza in fondo, ma è nel saperle cogliere attraverso tutti i sensi e attraverso le nostre emozioni...

    RispondiElimina
  2. è ciò che succede quando ti innamori, anche senza volerlo quella persona si interpone tra e la tua visione del mondo, magari non cambiano le percezioni che si hanno delle cose, ma cmq l'immagine di quella persona è un velo (più che una barriera) un filtro sull'universo...sei innamorato?

    RispondiElimina
  3. grazie Onda, il tuo feedback come al solito è sempre molto apprezzato da parte mia...

    Sunshine... in effetti c'è una forma di innamoramento in tutto questo... è quello di un papà per i propri figli... il non plus ultra insomma...

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto