martedì 29 novembre 2011

Restiamo Umani - Parliamo di Pace - 20 settembre 2011 - Gandino

Ci sono posti e persone che non dimenticano...

Ci sono posti e persone che non smettono di lottare...

Ci sono posti e persone sconosciute al mondo delle paillettes che nel loro piccolo, senza arrendersi e senza cercare vanagloria, cercano di costruire.

E' un po' come vedere quei bambini nelle immagini sfocate di repertorio che, tra le macerie delle loro case, a mani nude, scavano alla ricerca della loro penna perduta.

Parlare di loro è un po' come essere parte di loro.

Parlare di loro e di quello che dicono e pensano e di quello che cercano di condividere con un mondo indifferente è come urlare al mondo per richiamarla a sè che quella piccola fiammella di speranza non è ancora spenta.

Guardarli, ascoltarli, viverli, sentire il loro pulsare abbatte le distanze e rende meno vincente la pigrizia dell'anima, quella pigrizia che ci porta ad aggrapparci al nostro ogni giorno svuotato. Misero.

Ci sono posti e persone che sanno cosa significa voler bene.

Ci sono posti e persone che per sentirsi vivi hanno bisogno di sentire vivo chi hanno accanto.

Ci sono posti e persone che prendono un adagio meraviglioso come è quello che Vik ci ha lasciato e lo masticano. Lo rivestono. Lo vivono. Togliendogli di dosso quel senso di slogan al quale molti, poveri loro, si sono attaccati per darsi un tono.

Ci sono posti e persone che non vedo l'ora di abbracciare e di vivere.

Il fuoco nasce da un nucleo e da lì si espande e riscalda l'universo.

Quel giorno quel nucleo ha cominciato ad accendere la speranza della pace e, anche se faccio fatica solo a pronunciarla questa parola, sento che, finalmente c'è una spinta.

Quel giorno forse si è smesso di commemorare un grande uomo e si è cominciato a camminare con lui sotto braccio.

Io ho avuto la fortuna di sentire questo pulsare.

Da lontano.

Io oggi vi faccio dono di questo pulsare.

Per chi sa prenderlo tra le mani per renderlo ancora più vivo.

Ascoltate e guardate.

Ma soprattutto fatelo vostro, accoglietelo nel vostro cuore, coccolatelo e poi portatelo fuori perchè sia conosciuto.

C'è il ricordo e c'è la necessità di dare futuro ad un lavoro di rilettura del nostro essere umani.

Oltre quelle due parole.

Ben Oltre.

Qui potete ascoltare com'è andata quel giorno a Gandino: http://www.gandino.it/public/webradio/2011-09-20-restiamo-umani.mp3

E qui c'è la possibilità di sentir parlare di Vik da chi ne porta dentro i battiti e continua a lottare con la sua forza dentro al cuore.

 

Io spero che tutto questo non finisca come finiscono le parole che pronunciamo quando non c'è più nulla da fare.
Io spero che la resa si allontani sempre di più.

Altrimenti sarà tutto inutile.
Altrimenti davvero "faranno il deserto e lo chiameranno pace" e la colpa sarà anche un po' nostra...


A Maria Elena, La Gio, Tytty e a tutti quelli che quel giorno ricoprivano di bellezza quel paese che neanche sapevo esistesse.

3 commenti:

  1. Mi piace pensare che ciò che sembra inutile e invano, alla fine troverà il suo riscatto...
    Mi piace pensare che sul serio una goccia d'acqua può diventare mare...
    Solo così riesco a sperare, riesco a credere ancora in un mondo migliore, riesco a sentire che accarezzando il volto di un solo bimbo il mio affetto possa arrivare a tanti altri bimbi...
    Continuiamo... bisogna solo continuare...

    Grazie!

    RispondiElimina
  2. p.s. ho cambiato indirizzo, http://lailaetuttoilresto.blogspot.com/, questo è quello nuovo!

    RispondiElimina
  3. quando vengo qui respiro un'aria che sa di speranza, di voglia di cambiare le cose, non solo le cose materiali...
    si percepisce un modo di vivere e di sentire che non ha bisogno di riconoscimenti, ma che sa sorvolare la mediocrità senza giudicarla, ma comprendendola e cercando il modo di addomesticarla...
    c'è la speranza nel genere umano, nonostante tutto, e questo credo sia una cosa straordinaria...
    soprattutto perchè a volte è più facile lamentarsi che le cose non vanno e poi però non si muove un solo pensiero orientato al cambiamento...
    e invece qui i pensieri non solo volano e vogliono raggiungere, ma ci riescono anche, coinvolgono, danno energia...
    è bello sapere che c'è tanta gente che li condivide...
    un abbraccio

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto