mercoledì 9 novembre 2011

5 anni fa scrivevo ciò...

Ieri sono stato al mercato...
Dovevo assolutamente comprarlo!
Era tanto tempo che lo desideravo...
I sensi di colpa mi hanno sempre bloccato...
Spendere tanti soldi per una cosa che potrebbe sembrare futile...

---
No! Non è possibile...
Ho cincischiato parecchio...
Lo prendevo... Lo posavo... Lo riprendevo...

---
Era mio!
Avevo paura anche di aprire la scatola...
Non si scartano facilmente i sogni che ti piombano tra le mani...
Rumori!
Lo metto via... Il momento deve essere solo mio...
Si rimanda!
---

"Quando lo togli quel coso dall'armadio?"

---
Ce l'avevo già!
Cazzo!
Come? Dove? Quando l'avevo comprato?
E perchè l'avevo dimenticato?
Si può desiderare ardentemente qualcosa che hai già in saccoccia?

10 commenti:

  1. si... ci sono cose che sono speciali perchè legate a momenti speciali e ci sono cose che consideriamo speciali nel momento in cui abbiamo la possibilità di sentirle nostre...non importa se già ne abbiamo... è una specie di nuovo nutrimento che non annulla quello precedente, ma che ci regala una nuova sensazione che a volte non è nemmeno così facilmente legata all'oggetto in sè...

    RispondiElimina
  2. mmhhhh...stai cercando di scuotere le coscienze? o è una metafora?

    RispondiElimina
  3. onda è un po' un casino... ma in fondo non è così importante capire sempre tutto... anzi!

    sunshine... io butto giù... mastico... digerisco... vomito... riprendo... dimentico... ci ripenso... senza che poi ci sia un obbiettivo... e anche ci fosse non sono in grado di percepirlo...

    RispondiElimina
  4. A volte sì, quando si dà poca attenzione alle cose che abbiamo desiderando sempre quel qualcosa altro che una volta ottenuto non ci dà le sensazioni sperate.

    RispondiElimina
  5. Filava tutto liscio. Il desiderio, il senso di colpa, lo prendo, non lo prendo. Tutto rientra nei canoni e nei condizionamenti della nostra vita. Ma ce l'avevi già!!! Questo mi sconvolge! Come fai a dimenticare una cosa che hai tanto desiderato? Va bene, a volte si prendono delle cose che poi non interessano più e si nascondono in un armadio. Ma tu l'hai ri-desiderata quella cosa! Non mi raccapezzo.

    RispondiElimina
  6. Ambra ha già scritto quello che pensavo anche io!!!

    RispondiElimina
  7. io credo che sia quotidiano e naturale il fatto di trovarsi nella condizione di desiderare il superfluo e di dimenticare l'essenziale.
    Spesso restiamo ossessionati, fino a sbattere la testa contro il muro e restiamo come obnubilati.
    Questa mia storiella non vuole essere illuminante nè tantomeno un momento di riflessione.
    E' semplicemente uno sfogo contro quella parte di me che si adagia nelle superficialità e che elegge le superficialità a ragione di vita.
    E quando questo capita, capita anche di accorgersi che il tanto desiderato lo avevi messo via perchè ritenuto inutile.

    RispondiElimina
  8. sqwerez se ti può consolare a me è capitato più di una volta ... e poi dicono che sono le donne a fare shopping senza un vero e proprio bisogno di qualche cosa .... ahahahaha

    RispondiElimina
  9. Arrivo qui ora e già una domanda mi gira per la testa. Ma che caspita era? Lo devo sapèeeeeee.... Ciao qwe, bellatrix sta qwa adesso:
    http://caffenerointazzagrande.wordpress.com
    Bacio.
    Bellatrix74

    RispondiElimina
  10. e chi se lo ricorda???
    ahahahahha

    RispondiElimina

il tuo commento è molto più importante di quello che hai appena letto